Widget Image
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna

Sorry, no posts matched your criteria.

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su tutte le attività Factory10.
ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA

26-01-2018 – Photocafè : Incontro con Manuel Finato

Factory10 è felice di ospitare nella serata di Venerdì 26 Gennaio 2018, a partire dalle ore 20.00, il foto-manipolatore Manuel Finato

Manuel è un’artista che inventa sempre nuovi mondi da offrire ai suoi spettatori, e le sue foto diventano ponti diretti verso una realtà altra, che prende spunto dalla vita quotidiana, superandola e arricchendola di elementi onirici ai quali ognuno di noi, almeno una volta nella vita, avrebbe voluto donare concretezza.

Manuel presenterà i suoi lavori, le sue opere e sarà a disposizione per il confronto con i presenti, come da tradizione del Photocafè.

Manuel Finato

Alla continua performance di immagini inconsuete Manuel alterna una ricerca spasmodica verso il naturale, verso l’essere umano che lui vuole spogliare da ogni sua sovrastruttura e riportare alla sua essenza primordiale, alla costruzione semplice e regolare come può essere la forma geometrica del cubo, elemento presentato nella sezione intitolata “The Cube”.

È questa fusione di entità che struttura la fotografia surrealista e anche progressiva di Manuel Finato: un genere fotografico che difficilmente si può paragonare agli emergenti contemporanei, e sicuramente un esempio di patrimonio artistico in continua evoluzione grazie soprattutto alla commistione di elementi culturali che contraddistinguono la vita dell’artista.  [Selene Chiozzi]

MANUEL FINATO nasce a Roma nel 1980, sangue veneto e cuore del Sud. Amante della matematica e della geometria, a Latina frequenta l’Istituto Tecnico Industriale, credendo in una prospettiva futura da ingegnere elettrico, ma si annoia troppo facilmente. In tutto questo studiare e annoiarsi, coltiva già da giovanissimo la passione per l’immagine. All’età di 16 anni, con il suo primo PC e la versione preistorica di Photoshop, inizia i primi montaggi, le prime storie impossibili.

Il miglior campo lavorativo dove dare sfogo alla fantasia è la pubblicità, sia come disegnatore che come fotografo. I primi progetti personali sono stati fotomontaggi surrealisti, soprattutto effetti speciali d’impatto o giochi di prospettiva e illusioni ottiche, ispirato da Escher, Dalí, Magritte. Dal 2011 vive in Spagna, Andalusia. Prima a Granada, dove finisce i suoi studi artistici come disegnatore e fotografo pubblicitario, e successivamente a Malaga, lavorando come freelance (book, eventi, corporativa) e nel settore turistico come fotografo. Oltre alle opere surrealiste, alterna progetti di street photography e serie fotografiche ritrattistiche.